martedì 12 aprile 2011

Arriva l'estate: ghiaccioli al latte di mandorla

L'estate è quasi alle porte e la voglia di consumare gelati o ghiaccioli si fa più forte...Io inoltre preferisco questo tepore primaverile per mangiare un buon gelato. Trovo che l'estate africana che abbiamo in sicilia non vada bene per i gelati...si sciolgono immediatamente senza avere neanche il tempo di gustarlo come si deve. Comunque, grazie agli ottimi e originalissimi stampi in silicone per ghiaccioli mi sono ingegnata un ottimo ghiacciolo, non limone o arancia: al latte di mandorla...

Per prepararlo vi occorrono 200 grammi di mandorle non tostate e pelate (vanno bene quelle secche con la pellicina, in questo caso dovete prima spellarle facendole bollire circa 10 minuti in acqua. La pellicina verrà via facilmente una volta freddate) un litro di acqua oligominerale o anche poco più, 100 grammi di zucchero (o anche meno secondo i gusti). Se potete, aromatizzate precedentemente l'acqua con dei fiori di gelsomino, come si fa per il gelo di anguria
Procedimento: Pestare in un mortaio le mandorle (potete usare anche un mixer ma dovete tritarle grossolanamente con il tasto pulse), unirle all'acqua zuccherata e fare riposare almeno mezz'ora. Potete in alternativa frullare tutti gli ingredienti insieme (mandorle pelate, acqua e zucchero). Prendere a cucchiaiate la "crema" grossolana che si sarà formata e filtrarla per bene con una garza doppia, bagnata precedentemente e posta sopra un colino, spremendola il più possibile per fare uscire il "latte". Porre negli stampi in silicone muniti dell'apposito tappo ermetico e tenete in freezer fino al congelamento. Tenete a testa ingiù.
Suggerimento anti spreco: le mandorle che abbiamo spremuto per bene le possiamo utilizzare per un dolce a base di mandorle, utilizzandole al posto della farina di mandorle...vi do un suggerimento

 
Il latte di mandorla lo adoro e se non trovate facilmente le mandorle ma volete ugualmente gustare questo ghiacciolo potete comprare al supermercato il latte di mandorla gia pronto. Una curiosità...sapevate che il latte di mandorla si beveva già nel medioevo?
Stampa la ricetta

8 commenti:

Mirtilla ha detto...

ma sono particolarissimi!!!
ps:bellissime le crostate che mi hai suggerito!!

Ely ha detto...

molto molto golosi! slurp!!!!

Micaela ha detto...

ma lo fai tu il latte di mandorle??? mmmm che buono... altro che quello comprato e immagino che buoni questi ghiaccioli!!! un bacione.

Manuela e Silvia ha detto...

Ma dai che originali questi ghiaccioli! semplici e golosi, poi con delle formine così carine...
baci baci

Paola ha detto...

che bella idea! comunque è vero: l gelato è meglio gustarlo in questo periodo (a parte che oggi sembra tornato l'inverno...)
In estate fa troooppoo caldo.
Simpaticissimi anche questi stampini!

riccioli di cioccolato ha detto...

Bravissima Elena, proverò a farli con il latte di mandorla comprato, l'altro metodo mi sembra un poì laborioso.

soleluna ha detto...

Mi piace tqntissimo il latte di mandorla e questi ghiaccioli te li copio ciao Luisa

Dida70 ha detto...

goduria allo stato puro!!!