lunedì 23 dicembre 2013

Boulgour (o Bulghur) con verdure e ceci

Sempre pronta a sperimentare nuovi ingredienti e nuove ricette, soprattutto se non italiane, mi è capitato di trovare tra gli scaffali di un buon e fornito supermercato un pacco di Bourgoul, frumento di grano integrale utilizzato in medioriente in tantissime preparazioni, soprattutto usato per il rinomato e devo dire ormai inflazionato taboulè di verdure. O comunque quello che noi crediamo essere taboulè perchè in realtà siamo abituati a chiamare taboulè una semplice insalata di couscous con verdure....ma questa è un'altra storia.
 
Ingredienti per due: 150 grammi di bulghur precotto, verdure grigliate miste (peperone, zucchina e melanzana), due cucchiai di ceci precotti (in alternativa fagioli cannellini), olive nere dolci, il succo di mezzo limone, basilico, olio extravergine d'oliva.
Preparazione: mettere in ammollo in acqua a temperatura ambiente il boulgour precotto per circa trenta minuti. Questo passaggio serve per reidratarlo. Nel mentre preparate le verdure grigliate. Scolate quindi il grano e cuocetelo in acqua leggermente salata per circa 15 minuti tenuto conto che occorre sempre il doppio di acqua del suo peso (per 150 grammi di bulgur quindi 300 grammi di acqua). Cuocete, spegnete soltanto appena tutta l'acqua sarà asciugata. Infine fate riposare coperto per circa 10 minuti.

Condite con le verdure grigliate, i ceci sciacquati, le olive, l'olio extravergine d'oliva e il succo di limone. Mangiate freddo o a temperatura ambiente.
Io l'ho trovato buonissimo

Stampa la ricetta

7 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

tanti cari auguri per un felice Natale!!! bella ricetta!

gianna ha detto...

Ciao Elena, il tuo blog lo leggo sempre e come sai ti ammiro per tutto quello che fai. Auguri per il nuovo anno dalla tua ex collega Gianfranca a te e alla tua bellissima famiglia.

monica ha detto...

Ciao, ricetta che sembra davvero gustosa e che ho intenzione di provare. Toglimi una curiositá, qual è la differenza tra il bulgur e il couscous? perché in un viaggio fatto in turchia loro chiamano bulgur quello che io a casa ho sempre usato come couscous nel senso che la ocnfenzione riporta il nome couscous..)

Elena ha detto...

Ciao Monica, sembrano simili ma non lo sono, il bulgur è tipico della turchia, ha gfrani più grossi e si prepara diversamente (ammollo, cottura ecc...) il couscous ha grani più piccoli, si incoccia con la farina di semola con un procedimento che ancora non sono riuscita a postare. Il sapore è differente perchè il couscous rimane più "al dente" e con i chicchi separati mentre il bulgur rimane più impastato e umido. Per altre differenze ho trovato questo articoletto interessante http://www.terraemadre.com/2011/08/20/bulgur-o-cous-cous/
Un abbraccio e grazie per seguirmi

Elena ha detto...

dimenticavo....Se nella scatola trovi scritto couscous comunque non è boulgour...

Elena ha detto...

@ Gianna: grazie carissima...perchè non mi vieni a trovare a Villa Trabia? Ci prendiamo un caffè insieme?

Gianna ha detto...

Io adesso non sono più a Palermo perché mi sono trasferita a Menfi e lavoro al Comune, comunque se qualche volta vengo a Palermo a Villa Trabia ci vengo di sicuro così saluto anche Linda, poi se nel frattempo si sono trasferiti anche Lillo e Angela prendo quattro piccioni con una fava! Un abbraccio